RICHIEDI LIFE@WORK MAGAZINE

La newsletter Eudaimon è riservata ai referenti HR di tutte le aziende grandi, medio-grandi e pmi.

 

i professionisti del welfare aziendale
  • Scarica la nostra brochure
  • Welfare aziendale e CCNL Metalmeccanici – 130 milioni in busta paga

    Rassegna stampa , 20 luglio 2017
    Rita Querzé - Corriere della Sera / Economia
    SI PARLA DI NOI

    Da Leonardo a Lamborghini, da Exprivia a Piaggio: così le aziende applicano il nuovo contratto nazionale che garantisce a ogni tuta blu 100 euro di welfare nel 2017

    […]

    In generale la via maestra — supportata anche da Federmeccanica — sarebbe quella di una più ponderata scelta del welfare insieme con i lavoratori, per aumentarne la motivazione e il coinvolgimento in azienda. Insieme con la produttività. Spesso per fare un lavoro di questo tipo le imprese devono appoggiarsi a operatori del welfare in grado di proporre un bouquet di prestazioni all’interno di piattaforme online. Il compenso di queste società, però, non può intaccare i 100 euro destinati ai lavoratori. Hanno scelto questa strada tra gli altri Ansaldo, Piaggio, Cdi (gruppo Bracco), Vodafone automotive, St Microelectronics, Lamborghini, Ima, gruppo Agrati, Engie (ex Gdf Suez), Italdesign. Ma anche Leonardo per i suoi 28 mila dipendenti e Fincantieri. A contendersi il settore sono le piattaforme proposte da società specializzate, alcune nate apposta per la gestione del welfare aziendale come Eudaimon, Easy welfare e Double you.

    […]

    E proprio in riposta al recente rinnovo del CCNL Metalmeccanici che prevede infatti che le aziende – a decorrere dal 1° giugno 2017 – debbano mettere a disposizione dei lavoratori un’offerta di beni e servizi di welfare del valore di 100 euro, Eudaimon ha sviluppato la welfareCARD, lo strumento che meglio si addice all’obbligo contrattuale perché consente l’acquisto di tutti i beni e i servizi previsti dalla Circolare di Federmeccanica del 1° marzo 2017, mettendo a disposizione di aziende e lavoratori Buoni acquisto, Rimborsi per le spese familiari e Voucher; il tutto potendo contare su una vasta gamma di noti brand (alcuni esempi: Decathlon, Amazon, Bennet, Totalerg, Chicco, Sky, Mondadori, Volagratis) e manlevando l’azienda da tutti i processi gestionali: rimborsi ai dipendenti, pagamenti ai fornitori, processo di rendicontazione.

    Tra i vantaggi, già sperimentati da aziende come Ansaldo, Italdesign e Vodafone automotive:

    1. servizio chiavi in mano
    2. spesa dell’importo di 100 euro nel più ampio paniere di beni e servizi oggi disponibile sul mercato;
    3. utilizzabile con l’importo di 100 euro nel 2017, elevato a 150 e 200 euro rispettivamente a decorrere dal 1° giugno 2018 e 1° giugno 2019;
    4. le aziende che hanno già utilizzato il valore detassato di beni e servizi fino a 258,23 euro, garantiscono ai propri lavoratori un catalogo di servizi e prestazioni molto ampio;
    5. è scalabile ed è quindi la modalità più pratica ed economica per erogare anche i premi di produttività e altre liberalità in servizi di welfare.

    Commenta Alberto Perfumo – AD di Eudaimon: «La welfareCARD è la soluzione concreta e di facile implementazione che meglio fa al caso delle piccole e medie imprese, non solo del setore metalmeccanico. Infatti, con la semplicità di cui tutti abbiamo bisogno, ogni utente potrà usufruire agevolmente dei servizi welfareCARD accedendo ad una piattaforma dedicata con un’offerta completa, senza ridurre tutto a semplici  buoni benzina e buoni acquisto.».


    @Corriere.it
    Leggi l'articolo Corriere della Sera / Economia

    Condividi: